In base alla normativa in materia di privacy applicabile, FIR-CISL titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.
Stampa

Terremoto. Domani i Sindacati in Emilia Romagna

"Abbiamo deciso di non tenere la manifestazione del 2 giugno e di dedicarla a un'iniziativa simbolica a sostegno della popolazione in Emilia Romagna. I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil andranno nei luoghi colpiti per solidarizzare con le famiglie e i lavoratori". Così Raffaele Bonanni in una conferenza stampa unitaria annuncia la decisione dei tre sindacati di spostare la manifestazione per sollecitare una nuova politica economica del governo prevista per il 2 giugno al 16 giugno prossimo.

Nel frattempo le Segreterie Nazionali di Cgil, Cisl e Uil hanno invitato tutte le strutture sindacali ad esporre presso tutte le rispettive sedi, le bandiere listate a lutto il 4 giugno prossimo, giornata di lutto nazionale e indicato un minuto di silenzio, da concordare nei luoghi di lavoro, come forma di rispetto e solidarietà nei confronti delle popolazione colpite dal terremoto.

Cgil Cisl Uil sono contrari alla scelta del governo di aumentare le accise sui carburanti per fare fronte agli impegni di spesa per aiutare le popolazioni terremotate dell'Emilia. E' il Segretario generale, Raffaele Bonanni, a dare voce cosi' alla critica. "Non ci piace questa scelta. Si dovrebbero diminuire le tasse non aumentarle. Sarebbe quindi stato meglio che il governo avesse messo a disposizione una parte dei proventi del recupero dell'evasione fiscale, o delle inefficienze recuperate o ancora una parte del risparmio recuperato dai costi della politica", dice, sollecitando l'esecutivo "ad applicare alle popolazioni colpite gli stessi criteri gia' utilizzati da altri governi per affrontare questo tipo di emergenza; da una condizione di favore della contribuzione fiscale, all'esenzione contributiva alla sospensione dei mutui".

I tre sindacati unitamente a Confindustria hanno poi istituito un fondo di solidarietà da devolvere alle vittime del terremoto. "Confindustria e le Segreterie Generali di CGIL,CISL,UIL hanno deciso di assumere una iniziativa congiunta per aiutare le popolazioni, i lavoratori e il sistema produttivo dei territori dell'Emilia-Romagna, -si legge in una nota unitaria-  in particolare le province di Ferrara, Modena e Bologna, e della provincia di Mantova, colpite dagli eventi sismici di questi giorni. Favorire, con la collaborazione delle loro articolazioni territoriali, la raccolta in azienda di contributi volontari da parte dei singoli lavoratori tramite la trattenuta dalla busta paga dell'equivalente di un'ora di lavoro, e di invitare le aziende a devolvere un contributo
equivalente per la medesima finalità.
Con questo gesto -conclude il comunicato- Confindustria e CGIL, CISL, UIL intendono fornire interventi di sostegno alle popolazioni, ai lavoratori e ai sistemi produttivi così duramente colpiti, secondo modalità e forme che le parti individueranno con l'obiettivo di garantire la certezza della destinazione e la loro più rapida utilizzazione ai fini della ricostruzione".
 
I contributi così raccolti dovranno essere versati sul conto corrente bancario appositamente
attivato:
conto corrente bancario n. 12900
presso Carisbo Spa sede di Bologna (Gruppo Intesa Sanpaolo)
IBAN IT11N0638502401100000012900

Conferenza Organizzativa

manifesto noi cisl

Via Merulana, 198 - 00185 Roma Tel: 06/77265400 Fax: 06/70452806 E-MailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Privacy policy